La storia

PADRE AZUL

Ispirato da un austriaco, prodotto dai messicani

Nata da una storia d’amore tra HP Eder dall’Austria e Adriana Meximin di Guadalupe in Messico, la super premiata Tequila Padre Azul è prodotta al 100% dall’Agave blu, conosciuta per i suoi aromi vanigliati e di caramello e per il suo sorso unico.

La nostra storia

L’austriaco Hp Eder ereditò la passione per la distillazione da suo padre, che produce grappe di qualità superiore. Il suo team costiutì una collaborazione con suo suocero e un gruppo di rinomati mastro distillatori di Jalisco, Messico. E’ così che nacque Padre Azul.

Ma gli austriaci berranno tequila? Il suo primo incontro con questo liquore comprendeva fette di limone e mal di testa. Il suocero messicano di Eder gli portò una bottiglia di tequila come antico però ancora attuale rituale di iniziazione. Queta scena da film fu l’inizio di “Padre Azul”. Naturalmente tutto ebbe inizio molto prima, vale a dire con una storia d’amore un po’ insolita: una donna messicana che studiava a Heidelberg in Germania e un ragazzo austriaco. Hp conobbe Adiana Alvarez Meximen di Guadalajara, Messico – capitale dello stato confederato di Jalisco, non lontano dal paese di origine della tequila – all’università nel periodo in cui lei studiava il tedesco. Da qui Eder sviluppo un rapporto intimo con lo stile di vita messicano che comprendeva appunto anche i liquori prodotti con l’Agave. Affascinato dalla cultura locale si interessò subito alla tequila e alla sua produzione. In quel periodo in Europa c’era principalmente una tequila di bassa qualità. “Che nessuno possa sapere che esiste una tequila di qualità cosi elevata è davvero un peccato” disse Eder.

Eder ereditò la passione per la distillazione da suo padre, conosciuto per la produzione di alta qualità di distillato di sorba selvatica, uno speciale liquore austriaco basato su una ricetta tramandata da più di cinque generazioni. Padre Azul fu lanciata da Eder e dal suo Comprades dall’Austria sul mercato Europeo nel 2016. Lo suocero messicano di Eder giocò un ruolo fondamentale per la nascita del marchio. Gli scopritori europei della tequila si adoperarono per trovare prima il gusto perfetto per poi aprire una piccola distilleria a Amatitàn, vicino alla famosa cittadina di Tequila.

Il momento magico

Volevamo un prodotto che incantasse da subito. Doveva avere quell’effetto “WOW”. E’ stato un lavoro duro, ma alla fine ce l’abbiamo fatta ad avere una fantastica tequila con un sorso incredibilmente delicato. Come per gli alchimisti anche noi abbiamo cercato il nostro “oro liquido”, e quando abbiamo fatto il nostro primo sorso, che più tardi incoronammo Padre Azul, abbiamo provato quell’incredibile momento magico e assoluto.